La Strada per la Ribellione

La Strada per la Ribellione

Claire sa cosa il futuro ha in serbo per la Scozia, e non è positivo. Ecco gli eventi chiave che lei sta cercando di cambiare sulla Strada per la Ribellione.

roadtorebellion_2560x1440

FIN DALL’INIZIO

timeline_scotland

Una grande storia d’amore e di una ribellione infame ha inizio qui. Proprio come te, Claire è armata con la conoscenza degli eventi futuri e delle scelte difficili. Lascerà che la storia faccia il suo corso o Claire può usare la sua conoscenza per cercare di cambiare il passato per sempre?

AGGRESSIONE BRITANNICA – 1688 / 1746

RIBELLIONI GIACOBITE – Prima che Claire arrivasse nel 18° secolo in Scozia, la fondazione per gli eventi che avrebbero cambiato la sua vita era stata prevista. Dal 1689 fino al 1745, le Rivolte Giacobite erano una conseguenza diretta di eventi che circondavano la morte di Charles II. Suo fratello James VII di Scozia, salito al trono, era un cattolico romano, un convinto sostenitore del diritto divino dei Re; una posizione così impopolare che il parlamento britannico lo depose. Nei sessanta anni successivi, sono stati fatti molti tentativi per ripristinare Giacomo e i suoi discendenti, uno dei quali era suo nipote, Charles Edward Stuart, al trono. In Francia Luigi XV, anche egli cattolico, ha sostenuto questa ribellione, ha fornito loro di armi e munizioni per la causa giacobita. Sarebbe venuto a svolgere un ruolo significativo nei piani della missione Claire e Jamie a Parigi. E perché il nome Giacobita? La parola deriva dal latino per James (Giacomo) – Jacobus.

BritishAgression1
I soldati britannici erano severi esecutori della politica reale in mezzo alle rivolte Scozzesi.

DISARMARE – 1 Novembre 1716 e poi di nuovo nel 1725

THE DISARMING ACT – Scozia e Inghilterra sono stati bloccati in un conflitto che è durato per decenni. Questi eventi divennero noti come i moti, e dopo ogni fine di un evento, in Inghilterra per gli Scozzesi diventava sempre più difficile rialzarsi. Entro 1716, gli inglesi non volevano solo sopprimere la cultura Highland ma aveva anche vietato la proprietà di tutte le armi. Questo era conosciuto come “The Disarming Act” e avrebbe messo in moto una catena di eventi che avrebbe cambiato per sempre il mondo di Claire e Jamie.

Disarm1
Un dipinto a mano del 18° Secolo che raffigura la Battaglia di Culloden nella contea di Inverness.

L’ARRIVO DI CLAIRE – 1743 // Craigh Na Dun

I MENHIR – E’ il 1946, 230 anni dopo il The Disarming Act, e Claire si trova di fronte alle pietre erette di Craigh Na Dun. Senza preavviso, lei è stata trasportata indietro nel tempo fino al 1743, circondata da quelle stesse pietre mistiche. Questo cerchio misterioso di obelischi è uno dei tanti “”Henges”” che ancora oggi esistono in Scozia e Inghilterra. Tra questi, Balfarg a Fife, i Cerchi di Knowlton nel Dorset, e l’Anello di Brogdar a Orkney. Se vi state chiedendo “Che dire di Stonehenge ?,” beh, non è un vero e proprio Henge. Ma comunque voi li chiamate, i Menhir sembrano avere una mente propria, e un piano per Claire.

FORT WILLIAM – 1743

UN POSTO DI DOLORE– Fort William è stato originariamente costruito nel 1654 per controllare la popolazione della zona in seguito all’invasione di Oliver Cromwell durante le guerre dei Tre Regni, decenni prima della Rivolta Giacobita. Era conosciuto come il Presidio di Inverlochy fino al 1690 circa. Da quel tempo, è stato rinominato Fort William, ed è continuato a diventare un luogo doloroso per Claire e Jamie non una, ma due volte. In primo luogo nel 1740, Jamie è stato pubblicamente frustato da Black Jack Randall, per un totale di 200 frustate, per difendere la sua famiglia e la sua proprietà. Poi di nuovo, nel fallimentare tentativo di Claire di tornare alla sua epoca attraverso le pietre di Craigh Na Dun, si traduce in sua cattura da parte di Black Jack Randall. Lui la porta a Fort William, dove Jamie le viene in suo soccorso.

DICHIARAZIONE – 1743

LA DICHIARAZIONE– Verso la fine del 1743, uno dei documenti più importanti nella storia dei clan Scozzesi, e per il futuro di Claire e Jamie, viene emesso. La Dichiarazione di Re James è stato firmato da James Francis Edward Stuart il 23 dicembre 1743, e doveva essere pubblicato nel caso di una invasione Francese di successo. Giacomo ha inoltre firmato una dichiarazione separata per la Scozia, denunciando la “”Finta Unione”” (Pretended Union). A Roma William Macgregor di Balhaldy ha dato a Charles Edward Stuart, le bozze di queste dichiarazioni e ha chiesto che partisse immediatamente per la Francia sotto mentite spoglie. Non molto tempo dopo questi eventi, Claire e Jamie si recano a Parigi, in una missione per fermare la quinta, e la più mortale, Rivolta Giacobita; quello che Claire sapeva sul futuro avrebbe portato alla morte e alla fine dei Clan.

BON VOYAGE

timeline_paris

Da casa afflitti dallo sconvolgimento, in una terra straniera piena di nuove minacce, Jamie e Claire salpano per la Francia a bordo della Cristabel. La loro missione è chiara, ma piena di pericoli. Possono fermare la rivolta?

DUE PER VIA MARE – 1744

UN ARDUO VIAGGIO– Immaginare una nave a Parigi potrebbe sembrare romantico, ma era tutt’altro nel 1744. I viaggi su una nave fredda e umida all’epoca erano tipicamente caratterizzati da: tanti topi, cattiva alimentazione, e malattie contagiose. A questo si aggiunge la sofferenza per l’estremo mal di mare di Jamie, aggravata dalla sue recenti sofferenze e dalla mano rotta, ed è facile capire perché non è esattamente una navigazione tranquilla.

LE HAVRE – 1744 // Porto di Le Havre, in Normandia

PORTO DI SCALO– Dopo un viaggio estenuante, Claire e Jamie arrivano in Francia presso il porto di Le Havre. Fondata dal Re François I nel 1517, era un comune molto occupato, ma il commercio è stato inizialmente ostacolato da guerre di religione, conflitti con gli inglesi, epidemie, e le tempeste. Tuttavia, nel 18° secolo, intorno al periodo dell’arrivo dei Fraser, Le Havre ha cominciato a crescere, in primo luogo con la tratta degli schiavi, e poi con il commercio internazionale. È interessante notare che, Le Havre significa letteralmente “il porto” o “porto”.

RE LUIGI XV – 1744

LUIGI IL BENEAMATO – La missione di fermare la rivolta giacobita in cui sono impegnati Claire e Jamie li porta alla corte di Re Luigi XV. Conosciuto come Luigi il Beneamato, divenne Re nel 1715 (quando aveva appena 5 anni) e regnò fino alla sua morte nel 1774. Naturalmente, fino a raggiungere la maturità nel 1723, il suo regno era governato da Philippe II, reggente di Francia. Re Luigi XV era cattolico e sostenitore della pretesa degli Stuart al trono Inglese, promettendo fondi, armi e munizioni per la causa. Supporto che alla fine porterà alla Battaglia di Culloden e il massacro dei Clan.

PALAZZO DI VERSAILLES – 1744

IL REGNO– Quando Claire e Jamie arrivano al magnifico Palazzo di Versailles, si ritrovano in un mondo molto diverso. Un giovane Re Luigi XV aveva reinstallato il governo nel castello di Versailles dopo essere diventato Re nel 1715. Ha avuto una grande passione per la scienza e la botanica, arricchendo i giardini a uno spettacolo davvero mozzafiato. Ma, aveva anche delle regole per il codice di abbigliamento, la condotta, e la sala da pranzo, che i Fraser dovevano rispettare. Nessun kilt, niente duelli, ma questo non significa necessariamente che fermerà uno Scozzese all’estero.

LA RIVOLTA

timeline_scotland

Un Re in esilio, una chiamata alle armi, e un futuro incerto. Può Claire usare la sua conoscenza di ciò che sta per venire per aiutare Jaime e prevenire le tragedie della Rivolta?

IL GIOVANE PRETENDENTE – 1744

PRINCE CHARLES STUART– Claire e Jamie possono anche cospirare contro Charles Stuart, ma è un riflesso dei loro sentimenti verso il suo obiettivo – rendere di nuovo la Scozia indipendente. Jamie e Claire vogliono semplicemente fermare la sua guerra, che porterà a una macellazione nella Battaglia di Culloden. “Bonnie Prince Charlie” è venuto a Parigi nel 1743 con l’intenzione di acquisire denaro e armi per finanziare la rivolta Giacobita. Charles aveva grande fascino, carisma, ed è stato conosciuto come una sorta di libertino e avventuriero. Ma il suo enorme sbilanciarsi a reclamare il trono sarebbe stata anche la sua rovina.

TheYoungPretender_01
Dipinto di “Bonnie Prince Charlie” mentre entra nella sala da ballo a Holyroodhouse, dall’artista John Pettie.

LA BATTAGLIA DI PRESTONPANS – 9/21/1745

LA CARICA HIGHLANDER – Dougal, Murtagh, Jamie, e gli altri membri del clan, incarnavano l’eredità del fiero guerriero di cultura Gaelica. La loro sfida della tirannia Inglese, tra tattiche intelligenti e il rifiuto di sdraiarsi di fronte a difficoltà insormontabili hanno aiutato la sconfitta delle Giubbe Rosse a Presicce. Il giorno prima della battaglia, Sir John Cope, leader dell’esercito di Giubbe Rosse di Honoverian George II, incontra l’avanguardia Giacobita ed era determinato a stare in piedi sulla sua terra contro l’esercito Giacobita. Cope posizionò i suoi uomini a sud in base alla posizione dei Giacobiti. Cercando di prendere l’esercito delle Giubbe Rosse di sorpresa, i Giacobiti vennero da est utilizzando un percorso stretto attraverso le paludi. Si sono riuniti alle 04:00, camminando in fila a tre in silenzio verso le Giubbe Rosse. Alle 6:00, quando l’alba era appena arrivata, l’esercito di Cope ha visto una carica di 2.000 Highlanders attraverso la nebbia del mattino urlando grida di guerra. L’esercito inesperto di Cope ha dovuto adattarsi rapidamente ad est, molti dei quali in fuga dalla battaglia. La battaglia era finita in meno di quindici minuti e i Giacobiti furono vittoriosi.

L’INVASIONE DELL’INGHILTERRA – 8 Novembre / 5 Dicembre 1745

L’ASSEDIO DI CARLISLE – Dopo la vittoria a Prestonpans, il Principe Charles e l’esercito Giacobita entrarono in Inghilterra nel mese di Novembre del 1745. Essi insediarono rapidamente la città di Carlisle e marciarono a sud fino a Derby. Era diventato chiaro che gli Inglesi non avrebbero sostenuto un monarca Cattolico Romano Stuart e i Giacobiti si ritirarono di nuovo in Scozia, come l’esercito britannico chiuso alle loro spalle.

SiegeOfCarlisle_01
La marcia delle Guardie di Finchley, una rappresentazione satirica di soldati Britannici di stanza a Londra per difendere quella città dai ribelli Giacobiti.

LA BATTAGLIA DI CULLODEN – 4/16/1746

ALLA FINE – Blar Chuil Lodair – La Battaglia di Culloden Moor. E’ l’evento sanguinoso e tragico che Claire e Jamie stanno cercando senza sosta di evitare. Claire conosce l’impatto che avrà sulla Scozia e sui clan, e la devastazione che sarà lasciata dalla sua scia. La cultura Scozzese sarà depredata, le famiglie deportate e segnate dalla strage. La sua ineluttabilità è quasi tragica come le sue vittime.

LA STRADA E’ FINITA

La vostra strada è giunta alla sua fine. Jamie e Claire useranno il passato per provare a salvare il loro futuro.

Precedente All’Interno dell’Episodio 208 di Outlander Successivo Recensione Outlander Episodio 209: Je Suis Prest

2 thoughts on “La Strada per la Ribellione

Lascia un commento

*