All’Interno dell’Episodio 407 di Outlander

Episodio 407

Down the Rabbit Hole

Nella Tana del Coniglio

Immergetevi nel Settimo Episodio della Quarta Stagione di Outlander, con schizzi, disegni esclusivi di produzione e curiosità divertenti raccontati direttamente dalla produzione di Outlander.

Armadio: BRIANNA VIAGGIA NEL TEMPO

La co-costumista Terry Dresbach sugli abiti da viaggio di Brianna: “I suoi costumi che hanno accompagnato il suo viaggio nel tempo sono stati profondamente personali per me. Il suo vestito ‘attraverso le pietre’ è stato un piccolo dilemma. Avevamo già deciso che Claire sapeva troppo della vita nel diciottesimo secolo per pensare che un vestito “Jessica Gutenberg” (Gunne Sax) avrebbe superato il giudizio, ma sapevo quanto significasse per i fan e così abbiamo pensato che Brianna lo avrebbe indossato. Non avevamo intenzione di farle fare qualcosa – lo avevamo fatto con Claire – e, da ragazzina testarda, potevo credere che lei avrebbe scrollato le spalle e dire “questo andrà bene, mi limiterò a indossare il mio mantello sopra”, in quel modo casualmente inconscio delle ragazze adolescenti, e così abbiamo fatto una versione di un mantello che avevo nel 1971. Lo abbiamo mostrato nella Carolina del Nord al festival, quindi non è saltato fuori dal nulla . Ho ricordato agli scrittori che era tutto sbagliato per il diciottesimo secolo e che la gente avrebbe dovuto guardare Brianna stranamente a causa dei suoi vestiti: avremmo avuto bisogno di tirarla fuori velocemente, prima che qualcuno la gettasse in un manicomio o in un bordello.”

Ho sempre saputo che volevo portarla nei vecchi vestiti di Claire. L’abbigliamento era una risorsa troppo preziosa da scartare casualmente, quindi sapevo che avremmo potuto giustificare che fosse ancora in giro – sarebbe assolutamente normale – e l’idea di Brianna che indossava i vecchi abiti e la giacca di Claire era semplicemente incredibilmente meravigliosa da lasciar perdere. Penso che sia una bella connessione visiva tra una madre e sua figlia, un filo emotivo che ogni madre e figlia riconosceranno.”

Armadio: ROGER VIAGGIA NEL TEMPO

La co-costumista Nina Ayers sugli abiti da viaggio di Roger ha detto: “Il look di Roger del diciottesimo secolo consiste nel suo guardaroba degli anni ’60 / ’70 che “ha fatto del suo meglio” per trasformarsi in qualcosa che assomiglia a quello che secondo lui potrebbe passare nel diciottesimo secolo. Il look è stato fatto per adattarsi ai marinai e ad una popolazione generale rispetto all’alta società. La sua vecchia camicia a quadretti diventa la base, il ponpon viene tolto dal suo cappello di lana, trova una camicia di ghillie e si toglie le maniche dalla giacca scozzese indossata al festival per trasformarla in un gilet. La sua tuta arrotolata è variamente regolata e alla fine il suo montgomery subisce qualche rimodellamento grezzo. Abbiamo mantenuto le cuciture tagliate e impunturate per indicare che il produttore non ha grandi capacità di cucito.

Ann McEwan, Make-Up & Hair Designer ha aggiunto, “La prima sorpresa quando la gente vede Roger nel diciottesimo secolo è che si è rasato per adattarsi meglio (non era consuetudine che i gentiluomini avessero la barba in quel momento). Il trucco è stato usato per “temprare” il viso e le mani dal momento in cui lo vediamo sulla Gloriana.”

Casting: FRANK RANDALL E’ TORNATO… IL SUO RICORDO PERLOMENO

La produttrice esecutiva Maril Davis sui flashback di Frank: “Mentre stavamo preparando il brainstorming su cosa avrebbe pensato Brianna nel suo pericoloso, solitario viaggio dagli anni ’70 al diciottesimo secolo per trovare sua madre e suo padre bioligico per la prima volta, abbiamo pensato che lei starebbe pensando a Frank, l’uomo che l’ha cresciuta… i ricordi che sono stati evocati. Volevamo esplorare quella lotta e il conflitto, ricordando il giorno in cui morì e chiedendomi se avrebbe tradito la sua memoria accettando una nuova figura paterna. Abbiamo anche amato il paragone tra Laoghaire e Frank, che hanno entrambi amato e perso e sofferto i terribili effetti dell’amore non corrisposto, collegati in modo magnifico. C’è anche un “Easter Egg” nella storia di Frank: dimostriamo di aver trovato il necrologio per Jamie e Claire che Brianna trova diversi anni dopo.”

Set Design: LA GLORIANA

L’interno della nave di Stephen Bonnet, la Gloriana, è la stessa barca che era la nave dei nostri eroi nella terza stagione, l’Artemis. Il set è stato rispedito dagli studi cinematografici di Città del Capo in Scozia su una nave.

Precedente Recensione Outlander Episodio 407: Down the Rabbit Hole Successivo Recensione Outlander Episodio 408: Wilmington

Lascia un commento